Cavour.info Pasticceria Artigiana
Quando la parrocchiale di San Lorenzo non era sotto la Rocca

Quando la parrocchiale di San Lorenzo non era sotto la Rocca

L’appellativo “extra muros” dato alla prima Chiesa di San Lorenzo di Cavour – scrive G. Peyron in CAVOUR, PARROCCHIA E CHIESE CAMPESTRI – non è una invenzione seppur logica e storicamente esatta. Compare infatti nell’indirizzo posto dal pontefice Giulio II sulla Bolla del 7 febbraio 1508, inviata al vicario di Cavour (Don Amedeo Berruti, ndr) e all’abate dell’Abbazia di Santa Maria (Gugliemo Bardino, ndr) per l’approvazione della Carta di Fondazione del Convento dei Servi di Maria di Luserna…”
Questa locuzione – si legge su WIKIPEDIA – è rimasta nella denominazione di alcune località o edifici (specialmente chiese) come loro attribuito in quanto, nell’epoca della loro fondazione o costruzione, essi erano periferici rispetto al centro urbano principale (di solito circondato da mura)…”.
Ed è nella periferica zona allora detta “Braida” (fondo o campo suburbano coltivato anche ad alberi fruttiferi), già lavorata anche dai monaci dell’Abbazia di Santa Maria, che sorse, fin dal 7° secolo, l’antica chiesa parrocchiale cavourese, forse costruita sulle macerie di un’altra precedente già dedicata a San Lorenzo, il cui culto iniziò subito dopo il martirio avvenuto nel 258. ……………………………………………………………………..
Nel 1386 essa pagava il cattedratico al Vescovo di Torino e nel 1490 viene convertita da Pieve in Vicaria.
Nel 1584, quando gli abitanti di Cavour erano in tutto il territorio circa 1800, Mons. Angelo Peruzzi, nella sua visita pastorale alla Parrocchiale e alle altre chiese, la descrive molto ampia (forse a tre navate), ma già allora in pessime condizioni a tutti gli effetti, dal tetto ai muri, dal pavimento agli arredi e agli altari, che erano dedicati a San Biagio, a San Martino, a San Giovanni Battista, alla Pietà e all’Annunciazione, a Sant’Agata e a San Michele. ………………………………………………………………………………………………………………………………………………
Dopo la disastrosa invasione del Catinat del 1690, le cose peggioreranno ulteriormente.
Don G. Giacomo Saussa, al quale venne assegnata la Vicaria foranea di Cavour in quel non facile momento, così commentò il fatto nelle sue memorie “…un compito questo, che anche spalle angeliche avrebbero temuto in simil stato di cose… con le chiese, oltre a tutto il resto, seriamente danneggiate e depredate, il cimitero distrutto e, in particolare, l’antica parrocchiale ridotta alla più squallida miseria, con a stento pietra su pietra e neanche più il solo necessario per la celebrazione della Messa…”. …………………………………………..
Senza più indugio, la funzione di Chiesa Parrocchiale, verrà quindi trasferita alla Cappella della Concezione (detta anche Santa Maria del Popolo) che sorgeva proprio sotto la Rocca.
A lato della stessa (ora occupata dall’oratorio) sarà realizzato nel 1693, un nuovo cimitero (chiuso poi nel 1817 per la realizzazione di quello attuale). ………………………………………………………………………………….
La nuova parrocchiale, ampliata, trasformata e abbellita nel tempo, grazie soprattutto all’impegno e all’opera di Mons. Teol. Giovanni Maria Vignolo (1818-1902), sarà ancora intitolata a San Lorenzo, pero’ solamente nel 1874.
Il “fondo o campo” dove esisteva la vecchia Chiesa Parrocchiale è divenuto nel tempo PIAZZA SAN MARTINO e, dal 1881 al 1935, è stato utilizzato per collegare il tronco della TRAMVIA PINEROLO-CAVOUR con quello di CAVOUR-SALUZZO. ………………………………………………………………………………………………………………….
In seguito vi sorgerà una tettoia ad uso mercatale, poi demolita per lasciare posto, nel 1971, alle SCUOLE MEDIE STATALI “GIOVANNI GIOLITTI”, inizialmente intitolate a Nino Costa.
Dell’antica CHIESA DI SAN LORENZO EXTRA MUROS non rimane che un quadro prezioso dedicato al Santo, conservato gelosamente nell’attuale parrocchiale. ……………………………………………………………………………
Fra gli altri, vi aveva trovato sepoltura, nel 1539, Gianfrancesco di Savoia Racconigi, Signore di Cavour e padre di Beatrice, la famosa “eroina di Cuneo” (ved. Curiosità n. 104), che pure aveva espresso il desiderio di essere sepolta accanto a lui.


Pagine correlate
Contatto
PROCAVOUR Associazione Turistica PRO LOCO CAVOUR (TO)
Via Roma, 3
10061 - Cavour - Piemonte - Italia
Newsletter
Rimanete aggiornati con la newsletter
di Cavour. Iscrivetevi subito!
Come raggiungerci!