Cavour.info Pasticceria Artigiana

“IL BUON TEMPO ANTICO RITORNA”, dipinti e disegni di Adriana Giorda,

Nata a Racconigi nel 1945, Adriana Giorda vive e lavora tra Torino, Bordighera e Gardone Riviera.  Formatasi alla Scuola d’Arte di Castellamonte e al Liceo Artistico di Torino, ha tenuto  trentacinque personali. Tra le più prestigiose vanno ricordate le  due al Circolo degli Artisti di Torino (dove nel 1974 fu la prima donna ad esporre) e le tre alla Società Promotrice delle Belle Arti di Torino; accanto ad importanti gallerie di Torino, Milano,  Genova e Aosta, nel suo curriculum appaiono sedi particolari, come il Casinò di Sanremo, il Castello di Guarene e quello della Costa di Cumiana,  Palazzo Callori a Vignale, dove nel 1996 tenne una personale interamente  dedicata a ballerine e fiori in occasione del Festival Vignale Danza, la Sala Mostre  della Provincia di Cuneo e quella del Comune di Marentino, grandi alberghi come il Savoy Palace di Gardone.

Olio su tela, carboncino, china e tempera, litografia sono le tecniche di cui si avvale da sempre; di più recente introduzione sono il pastello e l’acquaforte.
 
“Saper vedere il mondo, qualsiasi angolo di qualsiasi zona del mondo d’oggi, non è facile ad un pittore. Lo deviano e lo disturbano gli eccessi della comunicazione visiva, lo intrigano mode disperanti e caduche, sempre meno lo attrae il viso stesso dell’uomo. Adriana Giorda crede. E si sente, vedendo le sue opere, quanto e come creda ancora nelle possibilità dell’uomo, d’un movimento tipico di un determinato personaggio, sia una ballerina in tutù, sia un gatto, un albero, una mano che regge l’ombrello, un bambino che guarda attonito.” Giovanni Arpino apriva così la sua presentazione ad una mostra di Adriana Giorda di  tanti anni fa.  Molto è cambiato da allora, nell’arte, nella comunicazione, nel costume, ma questa artista  è rimasta fedele a se stessa,  coerente alle  lezioni della pittura che si sentiva pittura, che aveva assorbito adolescente. Ha guardato sempre all’Ottocento, ai grandi figurativi, seguendo la propria poetica, che pone al centro il tema della persona, traendo spunto da situazioni in cui la figura umana può essere colta in tutta la sua plasticità, come  la danza. Le ballerine infatti sono  i  soggetti prediletti dalla Giorda, che le ritrae in tutte le pose possibili, nei ruoli più affascinanti del balletto o nei momenti di relax.  In altri dipinti e disegni la sua attenzione si concentra sulla natura: paesaggi, in cui spesso compare l’acqua (un ruscello, piante rispecchiate nel lago) o in cui si muovono bimbi, animali, vecchi; fiori senza tempo; nature morte mai banali.
Nell’affascinante cornice di  Cavour, la mostra, che rimarrà aperta fino al 18  novembre, dispiega un ampio, attraente campionario di tecniche e soggetti ed alcune opere esposte per la prima volta.
 
Per ulteriori informazioni: 335 5466525
 
 Chiesa di Santa Croce  Via Giolitti  75 CAVOUR TO  per     TUTTOMELE  2007    10 -18 Novembre
 Orari:  Sabati 10 e 17   e- Domeniche  11 e 18 Novembre e Giovedì 15 Novembre  dalle 10 alle 19 ,
             negli altri giorni feriali dalle 15,30 alle 18,30
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Pagine correlate
Contatto
PROCAVOUR Associazione Turistica PRO LOCO CAVOUR (TO)
Via Roma, 3
10061 - Cavour - Piemonte - Italia
Newsletter
Rimanete aggiornati con la newsletter
di Cavour. Iscrivetevi subito!
Come raggiungerci!