Cavour.info Glorioso
Fontana

Fontana "Romana" (sec. XIX)

Indirizzo:Piazza San Lorenzo
- 10061 Cavour TO
Coordinate GPS:44.783633707998064, 7.374637295877983
Visualizza su mappa Visualizza su Street View

Antica fontana pubblica di probabile origine romana, testimoniata dal ritrovamento in loco nel 1552 della cosiddetta “Lapide di ATTIA”, sacerdotessa della dea Drusilla nel 1° secolo d.C. La fontana attuale è stata ricostruita nel 1829, sul luogo dove si pensa esistesse il bagno o la piscina della stessa Attia, come si evince dalla seguente iscrizione che compare sulla preziosa lapide custodita in copia al Museo di Caburrum (Abbazia di Santa Maria), mentre l’originale è in esposizione al Museo d’Antichità di Torino:

“ATTIA M.F. SECUNDA ASPRI / FLAMINICA DIVAE DRUSILLAE / BALINEUM ET PISCINAM SOLO SUO / MUNICIPIBUS SUIS DEDIT”

(Azzia Seconda, figlia di Marco, Moglie di Aspro, Sacerdotessa della dea Drusilla, fece dono del piccolo bagno e della piscina, nel suo suolo, ai suoi concittadini).

La lapide misura m 0,62 x m 2,75, è stata esposta a lungo nei fossi del castello a Torino (1600) e poi sotto i portici dell’Università di via Po. L’acqua arriva ancora oggi alla fontana da un tunnel di oltre 20 metri scavato nella Rocca in epoca romana: l’ingresso al tunnel è situato a fianco della Scala Santa, dietro al campanile della parrocchiale (vedere a circa 80 metri). L’incisione attuale che compare sotto lo zampillo e che è opera del latinista Boucheron, è stata così tradotta:

L’acqua zampillante alle radici della rocca
condotta gia’ per la piscina, da Asprilla sacerdotessa,
fu, a vantaggio del popolo,

per pubblica sottoscrizione, fatta derivare l’anno 1829
essendo Prefetto della provincia il barone Novellis
e Sindaco di Cavour il cavaliere Buffa del Perrero

Per la sua particolare leggerezza, “l’acqua della fontana” è considerata dal popolo portatrice di benefici per la salute. Nel 1960 è stata inviata al Rettore del Santuario di Oropa e, insieme con quella proveniente da tutto il mondo, è servita per l’abluzione delle mura nella consacrazione del grandioso Santuario.


 

The Roman Fountain - 19th century

The present fountain was built in 1829, in the place where it was believed to be the baths of Attia, a Roman priestess (1st century A. D.).

This Roman origin is testified by a plaque found here in 1552, on which there is written something about a pool that the priestess had given to the town.

A copy of it can be seen in “Museo Caburrum” – “Caburrum” Museum - located in Saint Mary’s Abbey, whereas the original is preserved in the Antiques Museum in Turin. Behind the jet, there is a Latin engraving, written by the Latinist, Boucheron.

The source of the water is 80 m. away, close to the so-called “Scala Santa” (Holy Stairs).


Fontana "Romana" (sec. XIX)
Pagine correlate
Visit Cavour
Visit Cavour
Itinerari, monumenti e servizi a portata di click!
Contatto
PROCAVOUR Associazione Turistica PRO LOCO CAVOUR (TO)
Via Roma, 3
10061 - Cavour - Piemonte - Italia
Social
Rimani aggiornato!
Seguici sui social
Come raggiungerci!