Cavour.info Cavour Camper
Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

Le iniziative a Cavour

GIOVEDI’ 25 NOVEMBRE ORE 20.45 in Piazza Sforzini
Scoprimento ed inaugurazione della nuova panchina rossa che simboleggia la lotta contro la violenza sulle donne
Ore 21.00 Firma della Carta d’Intenti con l’Associazione “La Città delle Donne APS”
Ore 21.15 Incontro di divulgazione tenuto da esperti dell’associazione, nella sala consiliare del Comune, su quelle che sono le fasi che caratterizzano il ciclo della violenza, per acquisire le conoscenze e capacità di prevenire situazioni difficili.

 

SABATO 27 NOVEMBRE ORE 21 presso il Salone del complesso abbaziale di Santa Maria (Cavour)
READING a cura di Roberta BELFORTE, accompagnamento musicale di Magale Gonnet, Coreografie di Alessandra Borgogno, Scenografia di Chiara Groppo.
Per l'ingresso è richiesto il Green Pass.

 


Giornata contro la violenza sulle donne

25 novembre: un’iniziativa per riflettere sulla violenza di genere

In occasione del 25 novembre, giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, sono molte le manifestazioni, gli incontri e le iniziative in programma per sensibilizzare l’opinione pubblica a quella che, ad oggi, viene considerata una vera e propria emergenza.

Istituita dall’Onu nel 1999, la giornata contro la violenza sulle donne nasce in ricordo delle tre sorelle Mirabal, assassinate il 25 novembre del 1960 nella Repubblica Dominicana mentre si recavano a trovare i loro mariti, prigionieri politici durante la dittatura di Rafael Leónidas Trujillo.

In Italia l’iniziativa ha cominciato ad assumere maggiore importanza nei primi anni Duemila, quando alcuni centri antiviolenza e varie associazioni hanno iniziato a celebrare l’evento con incontri e interventi, dando alla giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne una risonanza crescente, fino alle numerose e partecipate manifestazioni degli ultimi anni.

I dati attuali sulla violenza di genere

Secondo i dati dell’Istat, aggiornati all’ultimo anno disponibile (2014), quasi 7 milioni di donne fra i 16 e i 70 anni hanno subito nell’arco della loro vita violenze fisiche, sessuali e/o psicologiche, sia dal compagno sia da persone esterne al contesto familiare. Fra queste, il 21% ha subito una violenza sessuale e il 20,2% una violenza fisica.

Numeri che devono invitare alla riflessione, se si considera che al 19 novembre erano 94 i casi sfociati in assassinii di genere, come indicato da Eures nel rapporto sul Femminicidio dell’anno in corso.

Non vanno inoltre minimizzati casi di violenza meno evidente ma altrettanto dannosa, come minacce, spintoni e calci, o ancora baci, abbracci e sfioramenti dati senza una volontà condivisa ed esplicita e, ancor peggio, visti come apprezzamenti sempre graditi. Ancora più difficili da denunciare, questi atteggiamenti sono delle vere e proprie violenze e hanno alla base un comportamento offensivo che potrebbe, nel tempo, sfociare in azioni dalla gravità crescente.

Una giornata contro la violenza sulle donne per dare voce alle vittime

Al di là delle statistiche, il numero di donne vittime di abusi di genere è difficile da calcolare, perché sono ancora molti i casi in cui le violenze non vengono denunciate, soprattutto se si tratta di molestie sul lavoro o fra le mura domestiche.

Eppure reagire è possibile: è infatti necessario difendersi rivolgendosi ai centri antiviolenza o alle associazioni specifiche, denunciando alle forze dell’ordine e, in prospettiva socio-educativa, attuando campagne di prevenzione e sensibilizzazione sul tema, come nel caso della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Tante le iniziative programmate anche nei giorni scorsi, con marce e incontri sia nelle città maggiori sia nei centri più piccoli. L’obiettivo è dare voce alle vittime, mostrando la forza con cui l’emarginazione e i soprusi vengono affrontati, superati e arginati, con la speranza di poterli cancellare in maniera definitiva, in ogni ambito della vita.

Per farlo, la giornata contro la violenza sulle donne ricorda al mondo che gli abusi, di ogni tipo, rappresentano una violazione dei diritti umani, un ostacolo all’uguaglianza e, soprattutto, alla formazione di una coscienza sociale basata su rispetto e parità

 

SE SEI VITTIMA DI VIOLENZE CHIAMA IL 1522

 


Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne
Pagine correlate
UNA  APP  GRATUITA  IN AIUTO ALLE DONNE
26/11/2021
UNA APP GRATUITA IN AIUTO ALLE DONNE
La REGIONE PIEMONTE lancia "ERICA"
leggi
San Rocco, il Santo contro i mali e le epidemie
13/12/2021
San Rocco, il Santo contro i mali e le epidemie
Ma dov'era la sua cappella a Cavour?
leggi
ArtigianAbbey 2021
08/12/2021
ArtigianAbbey 2021
Il Natale sbarca in Abbazia con un carico ricco di sorprese!
leggi
GRAZIE!
15/11/2021
GRAZIE!
Tuttomele è terminata.
leggi
KIDS PARTY E MUSICA DA GIOSTRA
13/11/2021
KIDS PARTY E MUSICA DA GIOSTRA
Sabato 13 novembre: pomeriggio dedicato ai bambini e serata per i giovani
leggi
Distretto del cibo
13/11/2021
Distretto del cibo
Quali opportunità per il nostro Territorio?
leggi
Convegno frutticolo
10/11/2021
Convegno frutticolo
La frutticoltura fra emergenze climatiche e difficoltà commerciali. Quali strategie per il futuro?
leggi
“4 Chiacchiere da bar” con Robero Cavallo coniugando sport e tutela dell
12/11/2021
“4 Chiacchiere da bar” con Robero Cavallo coniugando sport e tutela dell'ambiente
VENERDI’ 12 NOVEMBRE A CAVOUR NEL CONTESTO DI TUTTOMELE 2021, una serata per scoprire "THE PEACERUNNER" ovvero come tenere pulito il pianeta
leggi
Contatto
PROCAVOUR Associazione Turistica PRO LOCO CAVOUR (TO)
Via Roma, 3
10061 - Cavour - Piemonte - Italia
Newsletter
Rimanete aggiornati con la newsletter
di Cavour. Iscrivetevi subito!
Come raggiungerci!